Blog - ACAT SAVONA GENOVA

Vai ai contenuti

Siamo tutti cercatori di noi stessi

ACAT SAVONA GENOVA
Pubblicato da Chicca in Testimonianze · 22 Marzo 2015

Carissimi , oggi sono io che scrivo : Chicca
Domani sarà la seconda volta che vengo al gruppo o " Club " come lo avete chiamato , anche se la parola Club ha un non so che di passatempo per gente che del tempo non sa cosa farne , gente un po’ annoiata mentre io questa settimana , mi sono ritrovata spesso a pensare a voi che di certo non appartenete a questo stile di Vita .
Una cosa ci accomuna e non è quella che ci ha guidati fino qui : siamo tutti " CERCATORI " di noi stessi.
Quando il dolore entra prepotente nella Vita spazza via tutto come un fiume in piena e c’è da ricostruire ogni cosa.
Ho nel cuore e nella memoria ognuno di voi e le vostre parole e un’altra cosa che ci accomuna è la parola " AUTENTICI ".
In questo mondo di fiction , sono stata rapita dalla sincerità e dalla libertà che mi avete trasmesso e ho raccolto tutto dentro di me come una perla preziosa ed inestimabile e come tale contagiosa al Bene così tanto che di tanto in tanto mi ritrovo a ripensare alle vostre parole che si agitano dentro di me come testimonianza di una " UMANITA’ RITROVATA ".
Questa è l’umanità ritrovata che ogni cercatore di se stesso deve coltivare col primo passo di ogni giorno.
L a nostra amica Carla la chiama " COMUNICAZIONE CHE E’ ALLA BASE DELLA VITA QUOTIDIANA " che non intende certo chiedersi " che tempo fa oggi " ma è uno sguardo più profondo sulla nostra umanità perché il suo cuore desidera di più , anzi perché il suo cuore e il nostro cuore è desiderio autentico di felicità.
Per questo ho visto delle persone autentiche , perché avete preso sul serio il vostro desiderio di felicità che poi non è altro che vivere la propria umanità pienamente e che non esclude certo l’avere dei problemi , anzi come avete voi stessi testimoniato si riescono a vivere diversamente.
Un altro punto importante che Carla ci indica è il RIPRENDERE le cose delle quali ci siamo privati e saggiamente capisce che tutto questo deve avvenire con calma.
La calma per una persona che cerca è di fondamentale importanza  ; questo correre che il mondo ci impone ci spersonalizza e ci impedisce di ascoltarci e di ascoltare.
Il nostro gruppo è come una " OASI " nel deserto di un tempo che nega all’uomo moderno di guardarsi dentro , di cercarsi e di confrontarsi con altre persone in maniera autentica .
Al colloquio iniziale con Armando ho chiesto come lui si era ritrovato in questa esperienza e lui mi ha risposto : Quando trovo una porta aperta la lascio aperta.
Non ho capito al volo , ho dovuto fare esperienza e entrare anche io per quella porta e vi ho trovato una forza silenziosa ma tenace, capace di risollevare ogni persona che con cuore sincero varca quella porta.
Ora ringrazio voi per avermi ascoltata e mi scuso se non sono riuscita ad essere più breve.
Chicca





Torna ai contenuti